30 aprile 2012

Lo stesso civico

Signori, in carrozza. Si parte.
Nel vero senso della parola. Altro ponte, altro giro, altra corsa. Io ed il mio inseparabile trolley rosso (Carpisa, rigido, comprato apposta per entrare nelle misure consentite del bagaglio a mano Easyjet) siamo pronti per una nuova avventura. Ed ancora una volta si ripete il "rito della preparazione": mia e sua.
La mia comprende tutte le operazioni di manutenzione ordinaria della DONNA modello standard (ossia quella senza l'aspetto già photoshoppato come optional) : capelli, mani, piedi, ceretta, maschera viso... in ordine sparso.
La sua, le solite cose che ormai ci saltano dentro da sole: un tot di completi intimi, calze, calzini, beauty, trucchi... il pigiama no, quello resta da lui. E, si sa, quando inizi a lasciare da lui anche il pigiama, è fatta. Siete una coppia. Io e lui siamo una "coppia" ormai da un bel po'. Incredibile. E, cosa ancor più incredibile,  mi piace. Inizia a piacermi anche troppo, più di quanto avrei mai pensato o osato immaginare.


Questa volta però non inizia solo un semplice "altro giro"... sono elettrizzata! C'è aria di nuovi inizi, nuovi incontri, nuove esperienze... nuove ere geologiche!
Tanto per cominciare presto vedrò parecchie di queste mie compagne d'avventura... le Gherls!
Cacchio, se non fossi così etero potrei essere fraintesa se dico che io AMO LE DONNE! E con queste donnine qua, io... io vorrei proprio viverci insieme, ecco.
Momento. Non-proprio-insieme-insieme-nella-stessa-casa, perchè, per quanto io le adori, poi so già che tempo una settimana e volerebbero plateaux... o come minimo ci prenderemmo per le ciocche, lisce, ricce, bionde, rosse o more che siano.
Diciamo che ci vivrei nello stesso condominio. Ecco, sì. Nella stessa rampa di scale... sai che seratine ci faremmo! Me lo vedo già quel condominio. Un tripudio di vasi di fiori nei pianerottoli... piante di limoni, aloe, basilico, rose e lillà...

Pomeriggi di tazze di the, tisane alla betulla, tazzine da caffè... e cioccolata. Soprattutto in certi giorni del mese. E qui (apriti cielo) ci sincronizzeremmo tutte in un attimo. Roba che il postino quando passa a consegnare la posta si deve fare il segno della croce e munirsi di casco, paracolpi e divisa imbottita.
E poi sarebbe tutto un "Cummà, com'è che la facevi la lasagna?" "Ohy, domani sera mi fai i capelli?" "Dài entra che intanto ci facciamo un aperitivo..." "Ma che ti sei comprata ieri? oh, pheeco, questo me lo presti per il mio weekend romantico!" "No, tesoro tu ti DEVI comprare un pigiamino sexy, basta cu sto Tezenis!"  "Sì, sì, ma voi stasera uscite che i bimbi ve li tengo io!"...

Insomma, sarebbe fantastico. La vita, con queste DONNE qui, sarebbe più allegra, colorata.

Ma tanto, lo scoprirete presto.



1 commento:

cioli82 ha detto...

sarebbe figo abitare tutti assieme tipo melrose place... ma voi volete solo donne:-(... cia' vado a farmi l ennesima valigia..