13 aprile 2015

Polvere (magica)



“Il comportamento fisico della polvere segue leggi che non sono sempre paragonabili a quelle dei solidi o dei fluidi. Per esempio la pressione su di una scatola piena di polvere non necessariamente appare essere uniforme.” (Wikipedia)


Due settimane, se uso un antistatico. Anche meno.
Tra un mese sarà abbastanza uniforme. In un anno sarà piuttosto spesso.
Comunque,  quando su tutto questo si sarà posato un sano, rassicurante, morbido strato di polvere tutto sarà passato. Non farà più male.
Anzi, finirà come tutte quelle cose di un tempo che, dopo un po’ che non le guardi più, d’improvviso le rivedi ed ecco che inaspettatamente hanno assunto un fascino particolare.
È la polvere, ciò che abbellisce tutto. Cianfrusaglie trovate nell’uovo Kinder, la gomma del Piccolo Mugnaio Bianco, cartoline da Rimini del ’73.
Quello che rende un oggetto abbandonato un magnifico pezzo d’antiquariato, ciò che rende un orribile capo di abbigliamento un fichissimo abito vintage è solo il tempo che passa, un minuto dopo l’altro.
Le cose che hanno più valore sono quelle che più a lungo sono state attraversate dalla vita .
Quelle che hanno superato un mucchio di battaglie, senza mai essere state gettate via.
Quelle che ti hanno visto diventare grande, ed avere il coraggio di mettere da parte quello che non volevi più.
Perciò ecco. Adesso smetterò di guardarti, ti prenderò e ti chiuderò in una scatola, dopodichè ti metterò in cantina, e ci vediamo tra vent’anni. Ci sorriderò su, come su quella stupida maglietta che mettevo alle medie.



La Flor




Nessun commento: